Un promemoria utile per ricordare la frutta e la verdura di stagione: Novembre

L’autunno è arrivato, lo si è assaporato nel mese di ottobre, ma novembre è sicuramente più pungente e i prodotti della terra tipici di questo mese cambiano, prestandosi a preparazioni tipiche della stagione più fredda. Abbandoniamo i colori accesi della frutta estiva e le verdure da consumare per lo più crude, per incontrare ortaggi da gustare cotti, meglio ancora stufati o cucinati al forno in ricette più elaborate.

Seguendo il calendario di frutta e verdura di stagione, potremo scegliere con più attenzione che cosa mettere nel carrello della spesa, mangeremo in modo più sano e ecologico e acquisteremo frutta e verdura fresca e buona.

Con il calendario di frutta e verdura di stagione possiamo fare la spesa in maniera più sana e responsabile, risparmiando qualche soldo e acquistando alimenti più freschi e più buoni.

Ovviamente sappiamo bene che oggi le tecnologie di coltivazione in serra e l’importazione da Paesi lontani mettono la grande e piccola distribuzione in grado di assicurare, ogni momento dell’anno, sulla nostra tavola, tantissimi tipi di prodotti freschi, conservati o surgelati, la piccola indicazione del calendario alimentare ripropone semplicemente la tradizione di preferire il consumo di alcuni alimenti nel momento di corretta reperibilità stagionale, approfittando anche del fattore prezzo conveniente e maggiore fragranza delle nostre scelte a tavola.

Perché dovremmo mangiare solo frutta e verdura di stagione?

Ci sono tanti buoni motivi per farlo, primo fra tutti: perché è necessario assecondare i normali ritmi della natura. Le piante che crescono all’aria aperta, non forzate da microclimi creati in laboratorio, maturano il giusto apporto di calorie e di proprietà nutrizionali, oltre a conservare un sapore più gustoso. Questo ci permette di non dover arricchire i nostri piatti con cibi e condimenti grassi.

Inoltre, le piante costrette a crescere in periodi differenti da quelli abituali, devono necessariamente subire un trattamento con pesticidi e diserbanti poiché troppo deboli per far fronte a eventuali attacchi di parassiti.

Questo processo non solo rende meno genuine le produzioni, ma ha anche dei costi più elevati.

La frutta e la verdura di stagione, quindi, ha prezzi più bassi, sia nella produzione sia nella messa in commercio poiché solitamente è a chilometro zero, quindi arriva fresca dalle coltivazioni dei paraggi.

Mangiare frutta e verdura di stagione dunque è importante perché ci aiuta a mantenerci in salute rispettando l’ambiente e i ritmi naturali della natura. Se scegliamo prodotti biologici e di stagione, aiutiamo a ridurre l’inquinamento e l’impatto ambientale del sistema della grande distribuzione e ci alimentiamo in modo più sano e corretto.

NOVEMBRE

Con l’arrivo di novembre si entra nell’inverno, la stagione in cui ci si coccola davanti al caminetto e si cucinano piatti ricchi e elaborati, in cui frutta e verdura sono protagoniste della tavola per darci tutte le sostanze nutritive di cui abbiamo bisogno per affrontare il freddo e combattere l’influenza e le malattie stagionali. Cavolfiori e cavoli sono in cima alla lista della spesa, ma non dimentichiamoci di pompelmo, pera e avocado.

Da un lato diamo il benvenuto a carciofi e cardi che entrano in stagione proprio in questo mese. Insieme a cavoli, finocchi, spinaci, topinambur e radicchio diventati disponibili ad ottobre completiamo il “cambio di stagione” di questo autunno.

A cosa rinunciamo? A fagiolini e melanzane che da questo mese non sono più in stagione: li ritroveremo in estate, ora vanno in letargo!

Tra la verdura di stagione a novembre si possono trovare:

  • barbabietola
  • bietola
  • broccolo
  • carciofo
  • cardo
  • carota
  • cavolfiore
  • cavolino di Bruxelles
  • cavolo nero
  • cicoria
  • cime di rapa
  • cipolla
  • fagiolo
  • finocchio
  • funghi
  • lattuga
  • indivia
  • patata
  • porro
  • rabarbaro
  • radicchio
  • rapa
  • scalogno
  • sedano
  • sedano rapa
  • spinacio
  • topinambur
  • zucca.

Come frutta di stagione a novembre possiamo, invece, scegliere tra:

  • caco
  • castagna
  • kiwi
  • mela
  • melagrana
  • pera
  • uva
  • arance
  • mandarini
  • mandaranci e clementine

Curare il proprio corpo e la propria salute a tavola è importante perché come disse George Herbert:

Chiunque sia stato il padre di una malattia, un’alimentazione non corretta ne è stata la madre

 

Seguimi su

Dott. Pepino Francesco

Biologo Nutrizionista at Bergamo
info@pepinonutrizionista.it
Seguimi su

Latest posts by Dott. Pepino Francesco (see all)